La preghiera: un’alleata molto potente

a cura di Julia Andruccioli

Definizione di preghiera

Andando a leggere la definizione di preghiera che il Catechismo della Chiesa Cattolica propone, si nota che è impossibile darne un’unica spiegazione. Come prima caratteristica, la preghiera è un dono di Dio e richiede umiltà. Gesù è sempre pronto ad accoglierci, ogni volta che noi glielo chiediamo, ma sta a noi fare il primo passo!

La preghiera è anche alleanza, relazione intima e profonda tra Dio e il cuore dell’uomo, e, allo stesso tempo, comunione con i fratelli.
Nell’udienza del 6 gennaio 2016 con i gruppi di preghiera di Padre Pio, Papa Francesco ha definito la preghiera come “una forza che muove il mondo”, ma ha aggiunto che essa “non è una buona pratica per mettersi un po’ di pace nel cuore; e nemmeno un mezzo devoto per ottenere da Dio quel che ci serve”. Ha spiegato che non bisogna confonderla con una medicina e nemmeno come una merce di scambio per ottenere qualcosa. La preghiera infatti è molto di più: è “la migliore arma che abbiamo, una chiave che apre il cuore di Dio”. Viene paragonata al pane, perché è fondamentale per vivere. Senza di essa “si rischia di appoggiarsi altrove: sui mezzi, sui soldi, sul potere; poi l’evangelizzazione svanisce, la gioia si spegne e il cuore diventa noioso”. Per avere un cuore pieno di gioia è necessario pregare. Il papa ha concluso esortando i gruppi a essere “sempre apostoli gioiosi della preghiera!”, perché “la preghiera fa miracoli”...

Rate this item
(0 votes)

 

 

 

Seguici su Twitter

Seguici su YouTube

 

L'APP ufficiale della FUCI