La FUCI incontra padre Funes, Direttore della Specola Vaticana

In preparazione alla VII Settimana dell’Università, che si aprirà domani con il titolo “Fondata sulla Ricerca, Università responsabile del Futuro”, la Presidenza Nazionale della FUCI ha avuto l’opportunità di vivere un momento di formazione e di confronto con il padre José Gabriel Funes, astronomo e direttore della Specola Vaticana.

Accogliendoli nella sede romana di quella che si ritiene tra le più antiche istituzioni di ricerca presenti al mondo, il padre Funes ha potuto condividere alcune riflessioni sul tema della ricerca – con particolare riferimento alla sua esperienza professionale e accademica. Il dibattito si è soffermato sulla dimensione comunitaria della ricerca scientifica, secondo la quale la scienza può svilupparsi soltanto all’interno di team, istituzioni e scuole nella maggior parte dei casi a livello internazionale: padre Funes ha ricordato quanto sia importante che tutti i popoli non soltanto possano fruire dei risultati della ricerca, ma siano autenticamente incorporati nei processi di scoperta e di sviluppo. Bisogna promuovere una “cultura della ricerca”, come ha voluto definirla il gesuita: solo attraverso un lavoro paziente, che non ceda ai compromessi della popolarità anche scientifica e sappia essere creativo seppure talvolta con pochi mezzi, è possibile maturare quel pensiero critico che può animare dall’interno il mondo intellettuale e il sistema sociale. “Quando si ha una buona idea o un buon progetto, Dio è presente” – ha commentato padre Funes. Una grande responsabilità è, allora, a carico di chi assume un impegno educativo o, ancor più, gestisce istituti e scuole di ricerca; tuttavia, una responsabilità altrettanto grande è affidata a ciascuno di noi, giovani studenti universitari chiamati a prenderci cura della nostra formazione e a maturare anzitutto come persone. Siamo chiamati a porci le domande giuste, che aiutino la nostra missione ecclesiale nel mondo a procedere. Ad assaporare, pure e forse tanto più in un tempo di crisi, il gusto per lo studio e la bellezza di una visione sintetica della realtà che attraverso di esso talvolta ci si dona. Solo così potremo farci autentici mediatori di percorsi di sviluppo e di salvezza per le realtà che abitiamo. Per saperne di più sulla Specola Vaticana: http://www.vaticanobservatory.org/SVaticana/

Rate this item
(0 votes)

 

 

 

Seguici su Twitter

Seguici su YouTube

 

L'APP ufficiale della FUCI