Consiglio centrale di primavera: il saluto del Papa e la marcia di Libera

Si sono svolti dal 21 al 22 marzo i lavori primaverili del Consiglio centrale della FUCI. Un appuntamento di condivisione arricchito da due momenti particolarmente significativi.  Sabato mattina, infatti, con tutti i partecipanti alla marcia di Libera abbiamo ribadito il nostro impegno contro tutte le forme di mafia e d’illegalità. 

Domenica, uniti nella preghiera, ci siamo recati in piazza San Pietro per partecipare all’Angelus di Papa Francesco. Il Santo Padre ci ha dato la gioia di un saluto: «Saluto … i responsabili nazionali della FUCI!». Con questi due momenti abbiamo ripreso i lavori rafforzati nell’impegno e radicati nel senso profondo del nostro cammino.
Il Consiglio, dopo il momento di pausa della sessione di esami, ha ripreso tutte le attività in vista del 63º Congresso nazionale. Entrati ormai nell’ultima fase di preparazione, il Consiglio ha discusso e definito il programma del Congresso che s’intitolerà “Europa al crocevia. Il cammino dell’integrazione verso un nuovo continente”. Nel punto all’ordine del giorno riguardante il Congresso inoltre sono stati approvati i documenti ufficiali dell’Assemblea federale, luogo per eccellenza in cui sviluppare la corresponsabilità degli indirizzi tematici e organizzativi della Federazione.

Il dibattito è stato orientato poi alla verifica degli obiettivi regionali e delle mozioni che hanno indirizzato il cammino dell’anno accademico in corso. Segno positivo del lavoro regionale è stato il riconoscimento di due nuovi Gruppi nella famiglia federativa: Trieste e Treviso. Auguriamo ai fucini dei gruppi che questo primo passo formale sia d’incoraggiamento per il cammino spirituale e formativo di ciascuno di loro. 

Rate this item
(0 votes)

 

 

 

Seguici su Twitter

Seguici su YouTube

 

L'APP ufficiale della FUCI