#BimestredellAccoglienza: online la lettera tematica!

a cura della Presidenza Nazionale F.U.C.I. 

 

 

Carissimi fucini,

Vi raggiungiamo in questo tempo di fine estate per rincominciare le attività della Federazione. Siamo infatti a settembre e ha inizio per la F.U.C.I. un nuovo anno!

Abbiamo già presentato, durante la Settimana Teologica a Camaldoli, il nuovo tema dell’anno: #coraggiosintempifragili. Questo tema ci accompagnerà nel cammino che condurremo quest’anno.

Lo sguardo proiettato verso il mondo ci ha fatto scorgere le sue fragilità. Da universitari cattolici leggiamo questo periodo di smarrimento come segnato da una crisi di senso: ci sentiamo disorientati  nell’identità e nella direzione da prendere per essere essere cristiani impegnati nel mondo. In quanto figli del nostro tempo, sappiamo che ogni crisi si presenta come rottura da un lato e opportunità dall’altro. Così la Federazione, in un momento complesso della propria vita, fatto di incertezze ma anche e soprattutto di fermento e novità, è abitata da un profondo desiderio di rispondere alle sue fragilità. Camminando insieme e costruendo insieme possiamo essere costruttori coraggiosi in tempi di incertezza.

Il cammino della F.U.C.I. si vive sostanzialmente nei gruppi, che sono il cuore pulsante e il fermento della federazione. I gruppi F.U.C.I. seguono il corso dell’anno accademico e da questo colgono il ritmo del proprio vivere quotidiano e attorno ad esso si strutturano.

È fondamentale arrivare all’inizio dell’anno accademico con un programma ben chiaro delle attività annuali del gruppo. Per questo è utile Pillole di programmazione, un documento della Promozione Federativa, che spiega in maniera semplice e chiara come strutturare le attività dell’anno. Osservando le realtà locali e il loro vivere l’università emergerà un cammino che si struttura spontaneamente.

L’anno universitario prende avvio nel mese di settembre, dopo il rientro dalla pausa estiva, ed ha inizio così il bimestre dell’accoglienza che si protrae fino alle prime settimane di lezione, cioè nella seconda metà del mese di ottobre. È il periodo dell’anno di maggior fermento, l’Università si riempie di matricole e le persone sono maggiormente predisposte a nuovi incontri. È questo il tempo per uscire, per farsi conoscere e per metterci la faccia, riprendendo tutte le attività del gruppo.

L'accoglienza in F.U.C.I. è relazione, ovvero capacità di creare ponti tra i giovani che ogni giorno scelgono di vivere l’Università. Questo ci permette di vivere l’università come luogo significativo della nostra crescita come cittadini capaci e come buoni cristiani.

Il bimestre dell’accoglienza si pone come obiettivo proprio quello di creare relazione con gli altri studenti in Università per trasmettere anche a loro e a loro far conoscere la bellezza dell’esperienza che la F.U.C.I. propone.

Sono diverse le iniziative che i vari gruppi d’Italia hanno pensato nel corso del tempo: volantinaggio, porta un amico in F.U.C.I, Vespritz o Aperifuci, Book Crossing e tante altre!

Cosa rende così efficaci queste iniziative? Le relazioni personali che si creano con gli altri studenti, che ci permettono di mostrare loro l'esperienza che stiamo vivendo, farli sentire i benvenuti e orientarli nel loro nuovo cammino fucino. È l’incontro con gli altri che rende l’esperienza della Fuci incredibile.

Per farvi aiutare a svolgere o a pensare le attività di accoglienza e benvenuto, potete coinvolgete il vostro delegato di Presidenza Nazionale o il vostro Coordinatore di Zona!

Vi auguriamo quindi di essere tessitori di relazioni in Università, per portare agli altri universitari la bellezza della testimonianza della F.U.C.I.!

 

La Presidenza Nazionale

Martina, Pietro, Chiara, Nicola, Tindaro, Marco e don Andrea

 

Download attachments:
Rate this item
(0 votes)

 

 

 

Seguici su Twitter

Seguici su YouTube

 

L'APP ufficiale della FUCI