Print this page

Una questione di metodo

a cura di Lucilla Incarbone

Viviamo in un periodo in cui i temi scottanti sono all’ordine del giorno: aborto, eutanasia e altre questioni bioetiche che non possono non interrogarci. Noi, da che parte stiamo? È necessario che ognuno di noi rifletta per poter dare una risposta a questa domanda: non possiamo rimanere imparziali, non ce lo possiamo permettere. Ma ciò che più dovrebbe interessarci è ​come prendere posizione. Per questo inizieremo un viaggio attraverso l’etica, i suoi approcci e i suoi numerosi significati. Addentrandosi nel mondo dell’Etica si scoprirà di certo che le accezioni linguistiche sono molte: il significato delle parole Etica, Bioetica, Morale e altri termini inerenti dà adito a numerose interpretazioni differenti.

Esistono delle particolari situazioni, che prendono il nome di ​dilemmi etici​, in cui la persona si trova a dover scegliere tra due alternative solitamente ugualmente spiacevoli.
A sua volta, possiamo differenziare i dilemmi etici in simmetrici o asimmetrici; i primi si caratterizzano per il fatto di presentare due scelte che si affidano a principi morali differenti, ma gerarchizzabili. Riprendendo un famoso esempio: se un mio amico mi presta un fucile e poi impazzisce...

Rate this item
(0 votes)