News

News (235)

Children categories

Settimana dell'Università 2015 (22)
Settimana dell'Università 2015

Dal 16 al 22 novembre un’intera settimana
 dedicata dalla F.U.C.I. all’Università.

Roma, 7 novembre 2015 – E’ ancora un’opportunità scegliere e vivere l’esperienza universitaria oggi? I giovani la scelgono quale opzione di qualità per la propria vita o perché scelta ormai scontata e condizionata?

Quesiti urgenti da portare all’attenzione della Società e della Chiesa italiane, secondo la F.U.C.I.  -Federazione Universitaria Cattolica Italiana - che decide di dedicare anche quest’anno un’intera settimana al confronto e al dibattito sulla realtà universitaria d’Italia, perché l’esperienza di migliaia di giovani negli atenei  non rimanga un’esperienza in secondo piano, priva di attenzione e progettualità, ma un’opportunità e un investimento per il Paese intero, nella formazione dei suoi giovani, professionisti e uomini del domani.

style="text-align: justify;" /><em><strong>Dal 16 al 22 novembre </strong></em>prossimi la <em><strong>“Settimana dell’Università”</strong></em> comprenderà <em><strong>eventi e incontri in più di 30 città universitarie d’Italia.</strong></em></p> <p style="text-align: justify;">Un format g"unto ormai alla sua <em><strong>VIII edizione</strong></em> che vuole essere «<em>spazio e stimolo per un confronto vivo sull’Università Italiana, un laboratorio di indagine e osservazione per ridare impulso e attenzione alle sue esigenze e opportunità</em>»<em>.</em></p> <p style="text-align: justify;">Queste le parole "el <em><strong>Presidente Nazionale Maschile della Federazione, Marco Fornasiero</strong>, </em>mentre <em><strong>Marianna Valzano, Presidentessa Nazionale Femminile,</strong></em> aggiunge inoltre che «<em>i giovani italiani ci sono, sono vivi e hanno un desiderio profondo di progettare il loro presente e il loro futuro in corresponsabilità con gli adulti e la società tutta</em>».</p> <p style="text-align: justify;"><em><strong>L’evento "imbolo della Settimana </strong></em>sarà quest’anno a <em><strong>Milano, il 18 novembre</strong> </em>a partire dalle ore 15,00 presso <em><strong>l’Università degli studi Bicocca</strong></em>.</p> <p style="text-align: justify;">Tra gli interlocutori che si c"nfronteranno con i ragazzi in una tavola rotonda di analisi e studio della realtà Universitaria Italiana, <em><strong>l’On. Davide Faraone</strong>,</em> Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.</p> <p style="text-align: justify;">Per ulteriori informazioni sul progetto"<a href="http://www.fuci.net/">www.fuci.net</a>, <a href="mailto:presi"enza@fuci.net">presidenza@fuci.net</a></p> <p style=""ext-align: justify;">Per info e accredito stampa all’evento "i Milano: <a href="mailto:ufficiostampa@fuci.net" target="_blank" rel="noopener noreferrer">"fficiostampa@fuci.net</a></p> <p> </p> <p style="margin-bottom: 37px;"><strong>Ufficio stampa FUCI</strong><br /> "ia della Conciliazione, 1<br /> 00193 – Roma<br /> Tel.  <a href="tel:3395671119" target="_blank" rel="noopener noreferrer">3395671"19</a><br /> <a href="mailto:ufficiostampa@fuci.net" target="_blank" rel="noopener noreferrer">ufficio"tampa@fuci.net</a></p> <p>{phocadownload view=category|id=217|text=Documenti sull'evento|target=b}</p>"" View items...

 Vi siete mail chiesti il perché di una realtà ecclesiale che vive all’interno dell’università ed è fatta da Universitari per Universitari? E perché lo stile della FUCI consiste nell’ “autoformazione”, nella ricerca e nel dialogo?

“Il collocarsi della FUCI nell’Università come espressione della Chiesa diventa occasione di servizio e di partecipazione attiva in tale ambiente: questo ci stimola a pensarci e a vivere non semplicemente come soggetti da formare, ma ci rende allo stesso tempo responsabili della formazione di altri. Una Responsabilità che non vuole essere l’arrogarsi una presuntuosa capacità di educare. La consapevolezza del nostro essere “responsabili” della formazione altrui si radica nel convincimento di quella “dinamicità creativa” che esiste solo nella dimensione della reciprocità e che è connaturata all’esperienza dell’incontro, del confronto, della condivisione delle domande e della ricerca. Anche il semplice esserci diventa impegno ineludibile di preoccuparsi per le domande degli altri. Ciò significa, in altre parole, “partecipazione”. Oggi a fronte della forte tentazione dell’attivismo, del protagonismo autoreferenziale e narcisistico, la risposta della formazione dello spirito critico non è risposta debole o assenteista: è al contrario, la sfida che ci poniamo per non lasciarsi strumentalizzare e manipolare da interessi di parte, da chi fornisce risposte pronte ma non sempre vere”.

Tesi 53° Congresso Nazionale FUCI

Memoria e Ricerca. Cantieri e progetti nei paradossi della Speranza”

 

Questo e molto altro si può CONOSCERE e VIVERE venendo in F.U.C.I.!

"La F.U.C.I. assume il metodo della ricerca come stile di approccio alla realtà, attraverso la disponibilità alla fatica del pensare, ad esaminare i problemi e a discutere criticamente sui contenuti che vengono trasmessi, per scoprire la gioia di uno studio che non si accontenta di tesi precostituite, ma che ama sinceramente l’indagine. La riflessione teologica, biblica e culturale è lo strumento di formazione che la F.U.C.I. propone a ciascuno affinché possa confrontare se stesso con le questioni nodali che riguardano l’uomo e che innervano tutta la cultura e affinché gli anni della vita universitaria possano rivelarsi fecondi per chi voglia aprirsi alla ricerca della Verità mediante un approfondimento critico della fede coerente con la propria maturità culturale"

Dal Preambolo dello Statuto Nazionale della Federazione Universitaria Cattolica Italiana

“Entro nella stanza, la solita in cui ci incontriamo ogni mercoledì sera. Ci sono tutti: il nostro assistente don Marco, come sempre occupato ad accogliere ed ascoltare i nuovi arrivati; Martina che anche se in ritardo, è già pronta con il quadernetto per scrivere il verbale; Damiano è intento a chiacchierare con i restanti ragazzi.

Li guardo e sono tutti lì.

 

Il mio gruppo Fuci.”

 

Un altro anno se ne è andato e, come accade da alcuni anni, noi fucini abbiamo scelto di concluderlo in un luogo a noi tutti molto caro: Camaldoli.

In coincidenza con le feste natalizie, la Federazione Universitaria Cattolica Italiana vi dà il benvenuto nel nuovo sito!
Un restyling innovativo per essere più vicino a tutti gli utenti del web in una chiave più moderna, anche grazie all'integrazione con i social network.


Carissimi,

Vogliamo ricordarvi che dal 21 novembre al 28 gennaio sono aperte le adesioni alla FUCI per l’anno 2016-2017.

 

Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce;
su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse.

Is 9,1

Cari fucini tutti,

 

La nostra riflessione per questo anno federativo vuole concentrarsi su un tema che attualmente risulta molto attuale e importante: “Unire le Diversità, Comunità cantiere di speranza”.  

 

Come ogni anno, anche quest’anno, la F.U.C.I. accoglie e propone a qualunque giovane voglia partecipare l’idea del Capodanno a Camaldoli, all’insegna della condivisione, dell’approfondimento, del dialogo e, perché no, della preghiera.

Pagina 6 di 17

Seguici su Twitter

Seguici su YouTube

 

L'APP ufficiale della FUCI